Le tecniche di marketing tradizionale B2B non producono più gli stessi effetti. Risulta fondamentale affiancare le tecniche di marketing digitale a quelle di marketing tradizionale per restare competitivi.

Le abitudini dei consumatori sono cambiate radicalmente: prima dipendeva tutto dai brand, oggi invece si può stare comodamente seduti a casa ed avere tutte le informazioni che si vogliono, con un semplice click.

Cerchiamo di capire meglio come superare gli ostacoli, elencando di seguito quelli che sono gli errori più comuni nel marketing B2B.

1. Creazione di contenuti autoreferenziali

Adottare un linguaggio e di conseguenza creare contenuti autoreferenziali non è la scelta più giusta, dato il mercato che ci circonda. Quando un’azienda genera contenuti autoreferenziali, tende a mettere in primo piano solo ciò che intende vendere, non considerando mercato e target di riferimento.

Sono tanti gli studi che ad oggi ci hanno portato alla consapevolezza che clienti, target o audience non sono più passivi come una volta, ma sono parte integrante di processi decodificativi. Pertanto occorre che quest’ultimi vengano coinvolti anche con semplici tecniche di engagement.

2. Non dare la giusta importanza ai Social Media

Molte sono le aziende che ad oggi non ritengono i social parte integrante di una strategia di marketing, sottovalutando quello che invece è il loro potenziale. Errore correlato è anche quello di affidare queste varie piattaforme a persone che non sono esperte. Per quanto non si direbbe, è proprio sui social che si afferma l’awarness di un’azienda, si possono avvicinare i clienti e poi inseguito riuscire a fidelizzarli.

3. Trascurare l’importanza dei risultati

Prima non era possibile avere una mappatura dei risultati in tempo reale, sapere quanto era positivo o negativo il ROI. Oggi, invece, ci sono software, programmi che consentono la lettura di queste metriche in real time, consentendo di poter perfezionare o no il tiro quotidianamente.

Sapere quanti CTR o quanti CTA un contenuto ha generato, è fondamentale per un’azienda che vuole raggiungere sempre il meglio. Adottare strumenti di marketing automation, per aziende che hanno deciso di presidiare mercati come questi, è indispensabile; inoltre il monitoraggio costante occorre sia per capire meglio in cosa e come investire, ma anche per creare strategie di marketing B2B giuste all’azienda.

4. Non prendere in considerazione i nuovi metodi del marketing

A volte la diffidenza nei confronti delle novità induce a restare ancorati al passato senza uno slancio verso il futuro: ciò che deve cambiare è il modo di pensare così come le strategie da adottare. Uno dei metodi più efficaci è l’inbound marketing, argomento ampiamente trattato sul nostro blog. Si crea così una metodologia che consente di fare marketing nella maniera più consona e che rispecchia quello che il mercato richiede.