La cosa che risulta più difficile a tutte le aziende che operano nel campo dell’IoT ( Internet of Things) è la reale potenzialità di queste tecnologie di penetrare un mercato che per molti versi sembra asfittico e avverso a cambiamenti anche minimi quando riguardano abitudini e modi di lavorare radicati nel tempo e nel modello organizzativo aziendale.

Molto spesso ci si trova di fronte a imprenditori che avrebbero tutto l’interesse a dotarsi di tecnologie in grado di fargli guadagnare tempo prezioso, ma le situazioni di potenziale applicabilità sono un numero tanto elevato quanto quello degli scettici.

Pensiamo ai distributori alimentari, ai grossisti, alle aziende agricole, ai magazzini di lavorazione di carni e a tutti quelli che potrebbero tranquillamente gestire a distanza attività accessorie senza impiegare personale superfluo. Sarebbe per loro certamente un risparmio.

Il consiglio è quello di non mollare e di provarle tutte. La migliore strategia è sicuramente un piano marketing completo e comprensivo delle seguenti azioni:

  • telemarketing
  • presenza massiva sui social network
  • aggiornamento continuo dei principali canali di comunicazione
  • sito internet moderno