Cos’è il Web Marketing? E perché nel 2020 è fondamentale per ogni azienda che voglia costruire il proprio successo abbracciando le possibilità offertegli dalle nuove tecnologie?

Ancora oggi, quando si parla di Web Marketing si rischia di incappare in visioni semplicistiche o approssimative, che fanno leva su idee confuse o vaghe. In questo senso, i dati sono eloquenti: secondo uno studio condotto da Smart Insight nel 2019, oltre il 44% delle imprese si occupa di Web Marketing senza aver ben delineato a monte una strategia vera e propria.

In realtà, capire di cosa si tratta e i vantaggi che questo apporta all’azienda significa accrescere il proprio business in maniera mirata ed efficiente, raggiungendo nuovi segmenti di clientela, aumentando la brand awareness e generando nuovi lead.

Cos’è il Web Marketing?

web-marketing-vantaggi-benefici

Una delle più importanti e chiare definizioni di marketing digitale è stata data da Dave Chaffey, autore del libro “Web Marketing: Strategy, Implementation and Practice”, che parla di una modalità “per raggiungere gli obiettivi di marketing attraverso l’utilizzo di tecnologie e media digitali”. Si tratta, dunque, di creare la presenza online della propria impresa, attraverso tutti i canali disposti dall’evoluzione digitale: dai social media alle app per i dispositivi mobile, passando per i siti web, gli e-commerce e non solo.

Perché alle aziende è utile il web marketing?

 

Come si struttura una Web Marketing Strategy

web-marketing-strategy-come-farla

Non è possibile trarre benefici dal Web Marketing senza aver sviluppato un piano che sia ben strutturato e in linea con il brand di riferimento. Ecco allora le sei fasi per una buona strategia:

  • Analisi della situazione: la prima regola riguarda la valutazione della propria azienda, del settore in cui ci si muove e del mercato digitale. Si tratta della cara e sempre valida analisi SWOT (Strengths, punti di forza; Weaknesses, debolezze; Opportunities, opportunità; Threats, minacce).
  • Definizione dell’obiettivo: come anche per il marketing tradizionale, una proficua Web Marketing Strategy si allinea la comunicazione aziendale con gli obiettivi di business. In questa fase, dunque, è necessario focalizzare l’attenzione su quali siano gli intenti che si vogliono perseguire nel breve e nel lungo periodo, in modo da canalizzare le energie in maniera mirata.
  • Segmentazione dell’audience: scegliere le persone a cui ci si deve rivolgere è la conditio sine qua non di ogni strategia di marketing. È il momento di creare le Buyer Personas e, in un secondo momento, di apprendere il viaggio che li conduce verso la decisione di acquisto.
  • Definizione e sviluppo delle opzioni strategiche: dopo aver stabilito gli obiettivi e segmentato il pubblico, è tempo di decidere come (provare a) raggiungerli. In particolare, si inizia a parlare di budget, di risorse disponibili e a disposizione, dei canali da utilizzare per veicolare il contenuto.
  • Analisi e revisione: non termina di certo con la pubblicazione del contenuto, una buona Web Marketing Strategy. Anzi, l’analisi dei risultato è un momento topico per comprendere l’efficacia dell’attività considerata, tenendo conto degli indicatori di performance (KPI).

I diversi canali

Web-marketing-i-diversi-canali

Il Web Marketing offre diversi canali per raggiungere i clienti su Intenet, che si incrociano e si fondono tra loro a seconda del target a cui ci si riferisce e del messaggio da veicolari.

I principali canali digitali sono:

  1. Siti web e SEO: il sito web è la prima vera vetrina digitale di un’azienda verso i clienti e, per tale motivo, contribuisce a definirne la percezione in senso negativo o positivo. Ad esso, è fondamentale affiancare un corporate blog, che consenta di migliorare la posizione sui canali di ricerca, la credibilità dell’azienda e la fidelizzazione dei consumatori.
  2. Email marketing: utilizzatissimo nel B2B, l’email marketing utilizza la posta elettronica per veicolare messaggi commerciali al pubblico. Rispetto agli altri canali di marketing, il ROI è di quattro volte superiore.
  3. Social media marketing: concerne tutte quelle strategie pensate per essere attuate sui social al fine di diffondere la propria immagine e i propri valori per accrescere il business.
  4. Digital advertising: per capirla basta tenere conto dell’altro modo con cui spesso viene definita: “Pubblicità online”, indipendentemente che sia fatta sui motori di ricerca o sui social.
  5. Webinar: si fa riferimento a conferenze, tutorial, presentazioni o mini eventi online utilissimi per generare lead. Ciò che caratterizza questa forma di web marketing sono gli elementi di interattività.

I vantaggi del marketing online

web-marketing-per-le-aziende

Rispetto al marketing tradizionale, il web marketing e le nuove tecnologie digitali hanno prodotto una serie di vantaggiose opportunità per le imprese. Tra i benefici più importanti dell’online, si annoverano:

  • Rapporto costo-efficacia: a confronto con un annuncio televisivo, uno sport sulla radio o qualsivoglia tecnica di marketing offline, il web marketing comporta investimenti minori a fronte di risultati spesso più soddisfacenti.
  • Contenuti più ricchi e coinvolgenti: potendo fare leva su diversi canali di comunicazione, il Web Marketing contente di creare contenuti più ricchi e più vari e, per questo, più capaci di coinvolgere il pubblico di riferimento.
  • Distribuzione dei contenuti: sfruttando le nuove tecnologie, è possibile distribuire i contenuti in maniera mirata, tenendo conto del percorso d’acquisto e delle aree di interesse.
  • Livellamento competitivo: grazie ai costi contenuti, accrescere il proprio business attraverso il Web Marketing è possibile sia alle grandi aziende sia alle piccoli.
  • Velocità di connessione: grazie ad Internet, raggiungere i clienti e instaurare con loro una relazione è diventato più semplice e veloce.
  • Raccolta dei dati: rispetto ai metodi tradizionali, il web marketing consente la raccolta dei dati e dei comportanti di lead e clienti e, di conseguenza, la possibilità di personalizzare i contenuti.
  • Analisi più dettagliata: il grande vantaggio del web marketing è la possibilità di misurare costantemente i risultati e, di conseguenza, riscontrare e risolvere tempestivamente eventuali problemi. Di solito, l’analisi verte sulle prestazioni generali (traffico, lead, reach), sul ciclo di vita del cliente (acquisizioni di nuovi clienti o clienti già esistenti) e sulle performance della campagna (generazione di lead, conversioni).

Le caratteristiche di un buon contenuto

web-marketing-content-marketing

Momento centrale del web marketing è la definizione del contenuti da veicolare: è questo, spesso, a indirizzare il traffico e a spingere il cliente a prendere una decisione d’acquisto. Ma che caratteristiche ha un buon contenuto?

  1. È convincente: in quanto riesce ad ottenere una notevole risonanza tra il pubblico e ne sa influenzare i comportamenti.
  2. È rilevante: le informazioni in esse contenuti vengono percepite dal pubblico come considerevoli e autorevoli.
  3. È originale: un buon contenuto veicola al proprio interno informazioni diverse e nuove, che si distinguono da quanto già esistente.
  4. Sa emozionare: fondamentale quando si scrive un contenuto è riuscire attraverso esso a ispirare nel lettore un’emozione, come un bisogno o un desiderio da soddisfare.
  5. È tempestivo: ovvero raggiungere il cliente al momento giusto e in maniera appropriata per i bisogni del momento.
  6. È leggibile: la lettura di un buon contenuto necessita di essere facilmente assimilabile e comprensibile dal target per essere in grado di influenzarne la decisione d’acquisto.

Il primo passo nella creazione di un contenuto è la valutazione dei bisogni del cliente a cui esso è destinato, ovvero dei suoi bisogno e dei suoi punti dolenti, e dell’obiettivo da centrare. La costruzione delle Buyer Personas permette la di identificare il trigger degli acquirenti, ovvero la serie di eventi e di elementi che lo spingono all’acquisto.